Risparmiare acqua in casa

Come risparmiare acqua in casa e in giardino.

L’acqua è assolutamente indispensabile per la vita, senza di essa l’ambiente nel quale viviamo si danneggerrebbe irreparabilmente. Gli esseri umani dipendono dall’acqua e la sua scarsità metterebbe in pericolo la vita di molte specie: purtroppo l’acqua non è infinita.

L’uso e l’abuso indiscriminato delle nostre risorse naturali hanno portato innumerevoli problemi all’ambiente. Non possiamo più rimanere indifferenti e lasciare le responsabilità agli altri, è inderogabile utilizzare le risorse naturali in modo responsabile.

Iniziando a risparmiare acqua in casa, oltre ad aiutare il pianeta, potremo risparmiare e aiutare il nostro portafoglio. Capire dove sprechiamo acqua, quali abitudini incoraggiano un uso intelligente e quali tecnologie ci possono aiutare, è il primo passo per migliorare la situazione.

Consigli per risparmiare acqua in casa

Chiudi il rubinetto quando non lo usi, anche se è per poco tempo. Mentre insaponi i capelli, lavi i denti, fai la barba, pulisci i piatti… Questa semplice azione equivale a risparmiare 10-12 litri d’acqua al minuto.

Fai la doccia invece del bagno. Riempire una vasca da bagno richiede almeno 200 litri d’acqua, ma con una doccia di 5 minuti ne consumi solo un quarto, risparmiando migliaia di litri d’acqua ogni mese.

Raccogli l’acqua quando aspetti che si riscaldi e riutilizzala. Quante volte lasciamo il rubinetto aperto, aspettando che l’acqua arrivi alla giusta temperatura? Con un secchio possiamo raccogliere tanti litri d’acqua, per usarli in seguito per lo scarico del wc, per lavare i pavimenti, per innaffiare le piante e tante altre azioni.

✅ Il WC è il luogo in cui viene sprecata più acqua in tutta la casa. È possibile risparmiarne tanta mettendo una o due bottiglie piene all’interno della cassetta di scarico, in modo che il serbatoio si riempia con meno quantità. Certo, con quelle incassate a mura però non è facile. In questo caso un meccanismo a doppio scarico, con due pulsanti, consente comunque di scaricare solo pochi litri invece che l’intera quantità di acqua nel serbatoio. Se è uno dei modelli più vecchi, quelli in cui si tira verso l’alto, fai in modo che lo stantuffo si chiuda subito e versi solo l’acqua necessaria.

Usa gli elettrodomestici in modo efficiente: metti in funzione la lavatrice e la lavastoviglie quando sono completamente pieni, altrimenti usa i cicli brevi o per metà carico. Lavare i piatti a mano due volte al giorno, con il rubinetto aperto può consumare fino a 120 litri d’acqua mentre con il lavandino pieno fino a 60 litri. Con la lavastoviglie, una volta al giorno, ne bastano intorno ai 25, anche se in questo caso bisogna considerare anche il consumo di energia elettrica.

Come risparmiare acqua in giardino

La tua casa ha un giardino? Allora c’è un altro posto dell’abitazione in cui l’acqua è naturalmente molto utilizzata, ma anche qui puoi fare qualcosa per risparmiare acqua senza che piante e alberi ne soffrano la mancanza.

  • Innaffia il prato e le piante la sera o al mattino presto, evitando le ore più calde in cui l’acqua evapora più facilmente.
  • Assicurati che non ci siano perdite in rubinetti, tubi, pompe dell’acqua e altri attrezzi. Quando queste cose si trovano in giardino, esposte al sole, al vento e a tutti gli eventi climatici, è facile che si possano deteriorare o rompere senza neanche accorgerci di un guasto.
  • Usa una scopa, una ramazza o un altro arnese per spazzare e pulire gli esterni, invece di spruzzare un’enorme quantità di acqua con la manichetta.
  • Innaffia le aree più piccole a mano, con la quantità di acqua necessaria alle piante evitando sprechi inutili.

Come puoi vedere, con dei semplici suggerimenti risparmiare acqua è più semplice di quanto sembri. In tutte le nostre azioni dovremmo sempre usare il buonsenso, così ci verrà naturale consumare meno acqua in casa, per essere maggiormente responsabili nei confronti dell’ambiente e delle nostre tasche.