Consigli per una PMI ecologica


Ecologia in azienda

Anche una Piccola e Media Impresa può rispettare l’ambiente e cercare di essere quanto più è possibile ecologica, anche se la questione può sembrare un po’ complessa non avendo le PMI le stesse risorse che le aziende di grandi dimensioni possono destinare allo sviluppo sostenibile.

Tuttavia la soluzione è più semplice di quello che sembra, estremamente legata alle buone abitudini ed a un buon progetto di responsabilità sociale d’impresa, più che ad un investimento costoso.

Un buon comportamento ambientale regolare genera anche un certo risparmio e dei benefici che possono essere valutati in una visione a lungo termine e con una gestione responsabile: riciclaggio dei rifiuti, efficienza energetica, risparmio dell’acqua e strutture efficienti. Queste sono azioni che comportano risparmi e ritorni economici sul lungo periodo, ma senza adeguate strategie di sostenibilità le piccole imprese moriranno presto, sia per la pressione dei mercati, per lo sfruttamento eccessivo delle risorse di cui hanno bisogno per funzionare o per normative alle quali non erano preparate.

I settori in cui una PMI può intervenire per aver maggior rispetto dell’ambiente sono molteplici, uno di questi è quello energetico, soprattutto in questo periodo di scarse risorse ed alti costi d’esercizio: lampade a basso consumo, uso parsimonioso dell’aria condizionata e del riscaldamento, risparmio energetico attivo su monitor e computer.

Il riciclaggio può essere effettuato anche internamente, attraverso il riutilizzo o la vendita ad altre imprese dei materiali residui. La stampa andrebbe effettuata solo quando strettamente necessario, meglio ancora su entrambe le facciate del foglio; quando c’è delle carta da buttare, non mischiarla insieme agli altri rifiuti ma differenziarla negli appositi contenitori affinchè possa essere riciclata, come anche la plastica ed i cartoni. È possibile anche riciclare le cartucce d’inchiostro ed i toner di stampanti e fotocopiatrici.