Come accelerare il metabolismo lento


Accelerare il metabolismo lento.

Quante volte avete sentito dire a qualcuno in sovrappeso: “è colpa del mio metabolismo” ? È la scusa perfetta per giustificare i chili in più, invece di ammettere il piacere di mangiare tanto e di non fare nessuna attività sportiva.

Ma il metabolismo cos’è? Tecnicamente è l’insieme dei processi chimici che avvengono nelle cellule degli esseri viventi per svolgere le funzioni vitali, tra cui la trasformazione delle sostanze nutrienti nei cibi in diverse forme di energia.

Quando parliamo di “metabolismo lento” o “metabolismo veloce” ci riferiamo alla velocità con cui il nostro corpo svolge tutte queste funzioni, il che ha un ruolo importante nella tendenza a perdere o mettere su peso. Con un metabolismo veloce, il corpo brucia più calorie anche se non svolge una particolare attività fisica. La quantità di energia utilizza quotidianamente per le funzioni metaboliche essenziali, senza che svolga nessuna attività aggiuntiva oltre alle funzioni vitali, rappresenta il metabolismo basale.

Avere un metabolismo più o meno veloce è soprattutto una questione genetica, oltre che di sesso e di età, perciò chi tende naturalmente ad aumentare di peso può essere in parte giustificato, ma le nostre abitudini lo possono comunque influenzare.

Come perdere peso con un metabolismo lento

È vero, è molto difficile perdere peso con un metabolismo lento e le diete ipocaloriche sono quelle maggiormente consigliate in questi casi. Ma l’organismo sa come comportarsi e se viene sottoposto ad una dieta severa, rallenta ancora il metabolismo per non consumare quel poco che riceve.

Questo è il motivo per cui anche con diete che prevedono poche calorie, tante persone non perdono il peso che si aspettano ma molto di meno. Altre volte chi ha il metabolismo lento può soffrire grandi scompensi, perdendo velocemente peso con una dieta rigorosa per poi recuperarlo altrettanto velocemente e tornare al peso iniziale.

6 consigli per accelerare il metabolismo lento

Esistono delle ottime strategie per accelerare il metabolismo e dare una scossa alla nostra intenzione di perdere peso, non sono troppo impegnative e alcuni di questi “trucchi” si possono mettere in pratica davvero molto facilmente.

❶ Mangia più spesso

Può sembrare un consiglio abbastanza controverso, ma si tratta di un punto su cui si hanno diverse evidenze scientifiche. Se stiamo a lungo senza mangiare niente tra i pasti, il livello di zucchero nel sangue diminuisce, contribuendo a rallentare il metabolismo e farci sentire stanchi.

Basta fare degli spuntini sani fra i pasti, meglio se con un po’ di frutta o qualcosa che sia salutare, quindi niente snack o altra roba confezionata. In questo modo eviteremo di morire di fame e consumeremo meno calorie al pasto successivo, mantenendo il metabolismo accelerato.

È indubbio che gli orari e la quantità di pasti siano un fattore determinante nei tentativi di dimagrimento, ma non funzionano per tutti allo stesso modo. La maggior parte delle volte si consiglia di consumare almeno cinque pasti al giorno, di minore quantità ciascuno, per evitare che il metabolismo rallenti. Chi pratica esercizio fisico dovrebbe assolutamente seguire questo consiglio, anche con qualche spuntino in più, ma sempre senza zuccheri o carboidrati raffinati che sono quelli che influenzano di più i livelli di insulina.

❷ Preferisci le proteine

Il nostro corpo impiega più tempo e più energie per scomporre e digerire le proteine rispetto alle altre sostanze nutritive. Più precisamente impiega tra il 20 ed il 30% delle calorie delle proteine per digerirle, rispetto al 5-15% necessario per i carboidrati e i grassi.

Come in tutto quello che riguarda l’alimentazione, non dobbiamo mai eccedere, neanche con le proteine. Ma contrariamente a quello che succede quando mangiamo molti carboidrati, che vengono velocemente conservati sotto forma di grassi, un eccesso di proteine può servire per formare muscoli, che a loro volta accelerano il metabolismo.

❸ Aggiungi peperoncino piccante

Gli alimenti che contengono peperoncino piccante possono aiutarci a bruciare i grassi senza dover limitare le calorie della nostra alimentazione, su questo sono stati realizzati diversi studi accademici, tra cui quello dell’Università del Wyoming sull’uso terapeutico della capsaicina nella gestione dell’obesità.

La capsaicina è il componente attivo presente nei peperoncini che ne da la caratteristica piccantezza e che in molti provoca anche sudorazione, ma è anche responsabile della riduzione dei lipidi corporei attraverso un meccanismo che causa la morte delle cellule grasse immature, quindi potrebbe aiutare a dimagrire.

❹ Bevi caffè

Il caffè é uno di quegli alimenti su cui ci sono sempre state informazioni e opinioni contraddittorie, ma sembra essere chiaro che i suoi benefici superano abbondantemente i suoi potenziali pericoli. Il caffè non è solo un potente stimolante — una cosa che per qualcuno potrebbe essere negativa — ma ha anche un effetto vasodilatatore e sembra prevenire l’insorgenza di malattie come il diabete e alcuni tipi di cancro.

Il caffè é una delle poche sostanze naturali che accelerano il metabolismo, aiutandoci così a bruciare grassi. Questa amata bevanda scura è anche un grande alleato di chi pratica attività fisica, poiché la caffeina aumenta il livello di adrenalina, un ormone che prepara il nostro corpo a grandi sforzi fisici usando gli acidi grassi liberi rilasciati dalle cellule adipose come energia per i nostri esercizi.

❺ Sviluppa i muscoli

Se abbiamo un buon tono muscolare il nostro metabolismo sarà più veloce, perché anche quando non li usiamo i muscoli bruciano energia durante tutto il giorno per convertirla in calore e così mantenere la corretta temperatura corporea.

L’allenamento per la forza, che mira ad aumentare la massa muscolare, è importante per dimagrire almeno quanto l’allenamento aerobico che si fa con la corsa, la bicicletta o il nuoto. Il metabolismo basale diminuisce con l’invecchiamento dell’organismo, soprattutto a causa della perdita progressiva di massa muscolare. Quando la quantità di muscoli diminuisce, si riduce anche l’energia consumata.

❻ Migliora l’equilibrio ormonale

Ci sono diversi ormoni che svolgono un ruolo importante nel mantenimento del metabolismo, se i loro livelli non sono corretti possiamo soffrire di malattie come l’ipotiroidismo, che contribuiscono all’aumento di peso. L’ormone della crescita o il testosterone forniscono energia al corpo e costruiscono i muscoli, ma se la loro presenza non è adeguata possiamo sentirci stanchi e ingrassare più di quanto dovremmo con la nostra alimentazione.

Nelle donne, i cambiamenti ormonali che si manifestano con la menopausa fanno accumulare più grasso nella pancia, che è più difficile da eliminare. Solo l’esercizio fisico può aiutare le donne a non ingrassare dopo una certa età, senza la necessità di cambiare radicalmente alimentazione.