Il canarino domestico

Canarini domestici gialli.

Il canarino è un piccolo uccello domestico appartenente alla classe dei Passeriformi, originario delle Isole Canarie ma ampiamente allevato e diffuso in tutto il mondo.

È un uccellino abbastanza piccolo e comodo da tenere in casa, resistente alle temperature invernali a cui si abitua gradualmente anche vivendo per una decina d’anni sul balcone, purché abbia un minimo di protezione dalle temperature più rigide e dai venti.

In genere i maschi sono i soggetti più interessanti per la loro capacità di cantare con trilli melodiosi ed affascinanti. Gli esemplari domestici dei canarini appartengono ad una sottospecie allevata in cattività a partire dai canarini selvatici. Insieme alla cocorite, è l’uccello più comune tra gli animali domestici nelle nostre case.

Caratteristiche del canarino domestico

Originariamente, si trattava di uccelli dalle tonalità un po’ pallide ed opache, senza una particolare bellezza del piumaggio, ma con gli incroci e le varietà a cui hanno dato vita gli allevatori fin dal XVII secolo, si sono ottenuti esemplari dal bellissimo mantello colorato come i più diffusi canarini gialli, i più popolari fra gli animali da compagnia in gabbia.

Le dimensioni possono variare di diversi centimetri a seconda della razza, ma in media i canarini sono grandi circa 13 centimetri e pesano appena 50 grammi.

Il dimorfismo nei canarini è molto più evidente che in altre specie: i maschi hanno un aspetto atletico e slanciato, con una postura più eretta, mentre le femmine sono più piccole e hanno una testa più arrotondata. Oltre alle differenze di natura sessuale, la stagione degli amori è il momento che consente di identificare subito, a colpo d’occhio, il sesso dell’uccello: i maschi cantano forte ed allegramente per corteggiare le femmine, mentre queste si preoccupano in particolare della preparazione del nido.

I canarini sono uccelli che vivono a lungo?

Sono uccellini che possono fare compagnia in casa per molti anni, con una aspettativa di vita media di circa 10 anni.

Un canarino domestico in gabbia.

È rilevante però sottolineare l’importanza che può avere la conoscenza specifica sulle cure e sull’allevamento da riservare a questi piccoli uccelli, in quanto scelte sbagliate possono ridurne notevolmente la vita.

Comportamento dei canarini

Una delle loro qualità più conosciute ed amate è proprio il canto dei canarini, che può avvenire attraverso melodiose e potenti emissioni sonore che alcune razze praticano a becco chiuso ed altre a becco aperto.

I canarini sono uccellini dolci ed allegri, dal comportamento generalmente molto docile, anche se alcuni maschi possono diventare eccessivamente protettivi e territoriali nella stagione riproduttiva, azzuffandosi tra loro. Non sopportano i rumori forti e fastidiosi e preferiscono gli ambienti più tranquilli.

Tuttavia non tollerano tanto bene la solitudine, sono animali che adorano la compagnia, sia quella di altri esemplari della propria specie che quella degli esseri umani, senza la quale non riescono ad essere felici e possono deprimersi. Attraverso il proprio canto i canarini mostrano il proprio stato d’animo, infatti un canarino felice canta più spesso e con più gioia.

Cura dei canarini in gabbia

Se vuoi prenderti cura di un canarino o di una coppia di questi simpatici volatili, devi soprattutto procurarti una gabbia abbastanza grande affinché possano trascorrere il loro tempo piacevolmente con qualche volo, che non si sentano troppo stretti e intrappolati.

Per ottenere il benessere degli animali, devi tenerli in una gabbia per canarini delle dimensioni adeguate e con tutti gli elementi di cui possano aver bisogno: posatoi a varie altezze, dosatori per il cibo e per l’acqua, la vaschetta per il bagno, eccetera.

Una gabbia troppo piccola può facilmente causare stress e depressione, influenzando irrimediabilmente il loro ritmo di vita. La dimensione minima di una gabbia per due o tre canarini dovrebbe essere di circa 80 centimetri di lunghezza e larghezza e 60 centimetri di altezza.

Un bellissimo canarino comune da tenere in casa in una gabbia.

Quelle rettangolari sono sempre da preferire e garantiscono un miglior comfort per gli uccelli, evita quelle dalle forme strane perché non forniscono punti di riferimento ben precisi e possono causare ansia. Posatoi in punti diversi e a diverse altezze consentono ai canarini di fare saltelli e piccoli voli, mantendoli attivi fisicamente e quindi maggiormente in salute.

Un vassoio inferiore rimovibile è un altro aspetto importante da considerare nelle gabbie per canarini, con una griglia intermedia che mantenga comunque il fondo chiuso e separato, per facilitare molto la pulizia degli escrementi ed impedire che gli uccellini ne vengano a contatto anche se si posano sul fondo della gabbia.

Non dimenticare di pulire frequentemente, se vuoi assicurarti sempre un’ottima salute di questi animali domestici pennuti. Inoltre evita di tenerli fra correnti d’aria o esposti al sole diretto.

Cosa mangiano i canarini?

I canarini sono animali granivori, i semi possono essere abbastanza per la loro sussitenza, una grande scelta di mangimi sono preparati appositamente per questo tipo di uccelli, con un particolare apporto di carboidrati.

Per la loro salute però non bisogna fargli mancare anche un po’ di frutta e di verdura in piccoli pezzettini, che sono ricchi di vitamine e sali minerali: mele, spinaci, lattuga, carote o cetrioli sono solo alcuni degli alimenti che gli possiamo dare e che fanno bene.

È importante cambiare acqua negli abbeveratoi ogni giorno, a cui in caso di necessità possiamo aggiungere qualche goccia di complessi vitaminici integratori. Un biscottino o un piccolo snack sono una ricompensa speciale che li rende felici e rompe la monotonia del cibo sempre uguale.

Informazioni più esaustive sull’alimentazione dei canarini, sulle varie razze, sulla riproduzione di questi adorati uccellini da compagnia ed altri aspetti del loro allevamento si possono trovare su https://canarini.info/.