Acido Linoleico: a cosa serve e dove si trova


Acido linoleico nel cibo.

L’acido linoleico è un acido grasso polinsaturo essenziale, che si ottiene attraverso alcuni cibi dell’alimentazione perché il nostro organismo non può sintetizzarlo.

L’acido linoleico è ottenuto attraverso l’idrolisi (la scissione da una reazione con una molecola di acqua) degli oli vegetali ricchi di acido linoleico, in particolare l’olio di soia e di girasole. L’acido grasso ottenuto viene purificato mediante una successiva distillazione.

A cosa serve l’acido linoleico?

Si tratta di un acido essenziale e fondamentale per il nostro organismo, principalmente per lo sviluppo e la crescita. L’acido linoleico nel nostro corpo migliora il sistema immunitario, il funzionamento dei neuroni, la creazione di ormoni, riduce il livello di colesterolo ed è anche un potente antiossidante.

Per le sue proprietà è utilizzato anche nella creazione di prodotti farmaceutici, prodotti per le pulizie e altri composti chimici. L’acido linoleico è come un detergente biologico che ne consente l’applicazione e l’uso in vari settori, per le sue eccellenti proprietà e la possibilità di essere coniugato con ingredienti diversi.

Perché abbiamo bisogno dell’acido linoleico?

Dall’acido linoleico il corpo ottiene energia e produce altri acidi grassi Omega-6, come ad esempio l’acido arachidonico. Inoltre questo acido grasso da origine a molecole legate al sistema immunitario come gli eicosanoidi, il trombossano A2 e il leucotriene B4, molecole coinvolte nei processi di infiammazione.

Naturalmente, come ogni sostanza presente nel nostro organismo, anche un eccesso o una carenza di acido linoleico possono provocare problemi alla nostra salute. Vediamo meglio cosa può succedere.

Una carenza di acido linoleico è una situazione abbastanza rara e si può verificare nei bambini alimentati con diete povere di acidi grassi essenziali. I sintomi di questa carenza si manifestano attraverso problemi cutanei come la dermatite seborroica, la perdita di capelli e la diminuzione del livello di piastrine. Nei bambini la mancanza di questo specifico nutriente si può tradurre in ritardo della crescita.

Anche se l’acido linoleico è fondamentale per la salute, non se ne dovrebbe comunque abusare. Con un eccesso di acidi grassi della famiglia Omega-6 ottenuti attraverso l’alimentazione, si può creare un effetto pro-infiammatorio. In questi casi, la tendenza infiammatoria aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e favorisce lo sviluppo di altre, in quanto l’aumento della pressione sanguigna a lungo andare provoca l’indebolimento dei vasi sanguigni.

Dove si trova l’acido linoleico?

Questo particolare acido si trova solo in alcuni vegetali, come la soia, la zucca, il girasole, il mais e anche il cotone.

Tra gli alimenti che forniscono una maggiore quantità di acido linoleico c’è la frutta secca e soprattutto gli oli di semi (in particolare di girasole, soia e mais) o i prodotti alimentari realizzati con questi ingredienti.

Ricorda però che anche se sembrano leggeri, questi oli contengono molte calorie e non dovresti abusarne durante i pasti. Lo stesso vale per la frutta secca, per cui è consigliato non mangiarne più di 30 grammi al giorno.